I magnati russi avanzano in Liguria

I russi sono ottimi clienti

I primi ad uscire allo scoperto furono i magnati di Mosca, nei primi anni Duemila. Poi arrivarono quelli di San Pietroburgo  e di Volgograd, infine altri cittadini russi dal portafoglio assai gonfio. Ai russi piace Genova e la Liguria, ma sopratutto piace spendere i soldi nelle boutique di lusso, nei ristoranti, negli hotel ed elargire mance, quello che da anni non fanno più gli italiani.
In tutto questo contesto arriva la notizia clamorosa di un'operazione senza precedenti quella si concluderà domani, ma che ha vissuto ieri a Mosca il suo giorno-clou, con la presentazione da parte della Regione Liguria e degli imprenditori di Confindustria Genova di tutte le opportunità immobiliare che gli operatori russi possono far proprie scommettendo sulla Liguria. Fra vecchi immobili delle Asl e strutture che i privati mettono sul piatto, si arriva a un affare che vale complessivamente più di duecento milioni di euro (116 per la parte pubblica, 100 per quella privata).
E' facile intuire che a breve arriveranno le offerte cariche di rubli.