La nautica da diporto aspetta risposte


“La nautica da diporto aspetta risposte in tempi brevi, in vista della stagione estiva che rischia di essere compromessa. Ieri, la ministra De Micheli in audizione non ha indicato tempi né modalità di previsione per la riapertura del turismo nautico, in particolare sul noleggio dei natanti, dell’attività cruise e da diporto. Se la chiusura delle attività turistico-nautiche dovesse protrarsi oltre il 30 giugno l’impatto complessivo stimato sull’intera filiera è di una perdita di 44 mila addetti. Un danno enorme che penalizzerebbe un settore che in questi anni ha visto una crescita a doppia cifra e che, per le proprie caratteristiche, non presenta particolari rischi di esposizione al Covid-19”. Lo dichiara il Deputato della Lega e responsabile nazionale Infrastrutture Edoardo Rixi.